sabrina persechino

Sabrina Persechino: moda, arte e architettura

Sabrina Persechino è architetto, è fashion designer, è artista. È sicuramente un esempio di eccellenza italiana.

Nel 1997, unendo le sue passioni per l’architettura e per la moda, nasce l’Atelier Persechino in uno dei quartieri più creativi e veraci di Roma, il Testaccio. Considerato un simbolo della nuova archeologia industriale, rappresenta al meglio l’unione tra le antiche tradizioni romane e le nuove tendenze.

Il mio obiettivo è quello di creare collezioni di Alta Moda in cui sia evidente l’interconnessione tra moda, arte e architettura.

Sabrina riesce sempre a portare sulle passerelle della fashion week romana la sua visione unica del concetto dell’alta moda che realizza attraverso l’interconnessione di tre elementi fondamentali: moda, arte e architettura.

SABRINA PERSECHINO SI RACCONTA

Abbiamo avuto l’onore di incontrare Sabrina durante il progetto Colorland di Wella. In questa occasione ci ha raccontato un po’ di sè, di come sia nata la sua passione e di come ha sviluppato le sue collezioni.

Sabrina ha deciso che sarebbe diventata una stilista all’età di 8 anni. Da bambina, infatti, decise di cambiare il suo costume di carnevale che era uguale a quello della sorella gemella, per potersi diversificare. Il padre le disse che avrebbe potuto diventare una stilista-architetto: e così è stato.

Gli studi di architettura hanno condizionato molto le linee e le forme geometriche delle sue collezioni che rendono gli abiti delle vere e proprie sculture da indossare. L’alta moda per Sabrina è un sogno, una passione… I suoi abiti sono caratterizzati principalmente da uno stile pulito e lineare ma non perdono il loro appeal e la loro sensualità grazie a tagli particolari realizzati con il laser e all’uso di diversi materiali. Le geometrie lineari si intersecano con i tagli e danno ampio respiro ai capi, conferendo loro carattere, anima, bellezza, col valore aggiunto della funzionalità e vestibilità.

Tutto questo viene rafforzato ancora di più dalla scelta dei colori. Soprattutto nelle sue ultime collezioni, ha dato vita a contrasti accesi con toni caldi, senza mai dimenticare i bianchi e i neri.

Nella collezione autunno/inverno 19/20, la Persechino ha voluto omaggiare la scuola del Bauhaus: la prima facoltà di arte, artigianato e design e che ha dato le fondamenta all’architettura e al design moderno.

sabrina persechinoSabrina è un’artista all’avanguardia che ha saputo creare un connubio perfetto tra le sue importanti passioni. Due mondi apparentemente molto diversi, ma se osservati con la giusta visione creativa si possono ispirare e contaminare l’un l’altro.

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *