COLORLAND: É IL TURNO DI BOLOGNA

Colorland, il progetto ideato da Wella per affrontare il concetto del colore, è arrivato a Bologna. Dopo le tappe di Venezia e Milano, il gruppo Wella si sposta nel capoluogo dell’Emilia Romagna, una città molto viva, dove la gente e i colori avvolgono i suoi visitatori. Famosa per l’ospitalità e il calore che trasmette, rappresenta anche il desiderio di positività, allegria e di un filtro colorato a cui tutti ambiamo. È una città autentica, allegra, colorata ma anche sofisticata, dove il passato si fonde con la modernità.

Bologna ospita numerose manifestazioni e festival che si dedicano ai diversi aspetti della cultura e dell’arte contemporanea. Oltre alla parte artistica che possiamo ammirare nelle gallerie e nei musei d’arte moderna e contemporanea come il MAMbo e il GAM, Bologna ha tanto da offrire anche tra le vie della città, dove possiamo trovare palazzi ricoperti da coloratissimi graffiti artistici. Una vera e propria street art caratterizzata da un tripudio di colori che riportano la città all’oggi.

Nella cultura popolare Bologna è la grassa (per la cucina), la dotta (per l’università), la turrita (per le torri medioevali). Grazie alla street art, ora può chiamarsi anche la colorata.

BOLOGNA: COLORE, ARTE Ed ECCELLENZA

La prima tappa del Colorland di Bologna è Palazzo Albergati dove il gruppo Wella ha visitato la mostra di CHAGALL – Sogno e Magia. L’artista utilizza i colori per trasportare l’osservatore nel suo mondo; un mondo intriso di stupore e meraviglia, un modo in cui coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione ed esodo, un mondo di sogni dai colori vivaci, di sfumature intense che danno vita a personaggi reali o immaginari. In particolare tramite il colore blu, Chagall riesce a creare un’immaginario onirico dove il confine tra sogno e realtà è quasi impercettibile.

La seconda tappa è via Rizzoli 4: lo straordinario Atelier di Anna Maria, la modista di Bologna. Grazie ai colori e ai materiali scelti con attenzione, Anna Maria realizza a mano favolosi cappelli e copricapi, che possono dare quel tocco in più al capello e valorizzare la persona che lo indossa. È osservando i volti delle clienti e i loro profili, che Anna Maria trova l’ispirazione e sa consigliare il cappello giusto. Ha collaborato con stilisti del calibro di Christian Lacroix, Gianfranco Ferrè e Giorgio Armani e tra i suoi clienti ha nomi illustri dell’aristocrazia italiana. Sicuramente siamo davanti ad un artigiano che rappresenta il vero Made in Italy e l’eccedenza italiana.

IL COLORE SULLE PASSERELLE 2020

Anche la moda, come Chagall, strizza l’occhio per la prossima stagione a uno stile neo romantico che, con sguardo ingenuo e un po’ bambinesco, guarda il mondo con occhi pieni di stupore. Le tendenze per questa stagione sono accomunate da un bisogno di sognare: oggi più che mai la società sente l’esigenza di vivere in un mondo positivo e di circondarsi di persone dai valori solidi in modo da stare bene con sé stessi e con gli altri.

Un’altra tendenza interessante è il flowery, rivisitato in chiave contemporanea. Anche se fino a poco tempo fa, gli abiti a fantasia floreale venivano indossati solamente in primavera/estate, adesso stanno diventando un must anche per la stagione fredda. In questo autunno inverno 2019-2020 la stampa floreale viene rivisitata al microscopio, mentre per la prossima stagione troveremo maxi fiori su completi mannish dalle tonalità accese. Anche Le chiome diventano un’esplosione floreale e vengono impreziosite con corone fiorite, boccioli, fiori freschi anche in Autunno/inverno per essere originali e all’avanguardia.

Il Galaxy Blue è stato eletto da Pantone come il colore più alla moda dell’anno 2020 e rievoca la magia e la profondità delle galassie. Si caratterizza per una nuance brillante e vivace ma anche molto elegante e raffinata. Dal tono abissale e intimo, il Galaxy Blue richiama il blu infinito degli orizzonti più lontani e il mondo immaginario e fiabesco delle opere di Chagall.

Per chi invece ama apparire e immergersi in un’atmosfera completamente differente e futuristica, must delle passerelle 2019/2020 sono proprio le tinte metallizzate. Lo splendido abito argentato di Alexander McQueen è stato realizzato con i licci di un telaio incisi in paillette e tempestati di perline: il rumore che fa mentre si muove non ci farà certo passare inosservate.

Un altro colore che non potrà mancare nel 2020 è il viola declinato in tutte le sue sfumature. Colore solitamente pensato per la primavera, ma può essere di grande raffinatezza anche d’inverno.

 

IL COLORE APPLICATO AL CAPELLO

L’ispirazione per i lavori realizzati in questa data del Colorland a Bologna provengono dal mondo che frequentava Chagall, un mondo rivoluzionario dal punto di vista scientifico e di una nuova libertà femminile.

Da qui la creazione di forme corte, tagli o acconciature alla garçon, carrè, bob francesi. Il bob è stato realizzato grazie anche all’uso del rasoio, una tecnica primordiale che regala autenticità al taglio. Il colore arriva dal mondo delle nuance di Chagall: si è passati da blu e viola profondi ai rossi che rappresentava sui capelli della moglie. Gli hair stylist Wella hanno schiarito i capelli delle modelle integrando con prodotti che aiutano nella preservazione del capello. Hanno voluto dare un effetto di tridimensionalità del colore, con riflessi più pieni ed importanti nel mezzo, per giocare sulle profondità. Le zone di colore sono compatte per dare forza al taglio.

Il colore oggi si è staccato dalle radici, non vediamo più sezioni sulle radici. Involontariamente il cliente richiede di mantenere la radice per potersi riconoscere e andare a lavorare sulla lunghezza come se fossero le sue esperienze a cambiarlo. Noi siamo tutti uguali ma ci coloriamo di quello che viviamo. Ecco perché i colori sono applicati solo sulle lunghezze. 

I capelli sono poi stati acconciati ed enfatizzati dalle creazioni haute couture della modista Anna Maria, per una vera dimostrazione di come più artisti all’opera possano creare l’eccellenza italiana.

 

 

 

 

 

 

IL COLORE APPLICATO AGLI ABITI

I due colori proposti sono il Galaxy blue e il Living Coral, eletti da Pantone colori dell’anno (uno per il 2019 e l’altro per il 2020). L’abito lungo di Serrese dalle sfumature di blu è impreziosito da glitter che ci riportano alle atmosfere notturne e cosmiche di Chagall.

Per aggiungere un tocco di stile I Fiori di Angelica ha realizzato degli accessori personalizzati con fiori freschi per dare quel tocco New Romantic.

 

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *